Lo sguardo onirico di Pitagora: vis vegetativa fra metamorfosi e cristallizzazione