Dal singolare all'universale: una mente critica prestata all'America