Los culpables, premio di Narrativa Antonin Artaud, inedito in Italia, tradotto da Maria Cristina Secci Una celebrità della canzone ranchera, un calciatore in declino, uno sceneggiatore alle prese con una tastiera senza ñ e un’iguana che si perde nei momenti critici, sono alcuni tra gli esseri che popolano i nuovi racconti di Juan Villoro. La concentrazione di umorismo e di tensione in queste pagine è altissima. Sei straordinari racconti e un romanzo breve, in cui i protagonisti sono colti all’apice dei loro conflitti personali, sia che decidano di commettere un omicidio, di tradire un amico o di girare una scena di nudo che potrebbe rovinargli la carriera. Scrittore dallo stile originale e fulminante, Villoro in questi racconti rinnova la propria prosa per poter esplorare i vari registri dell’oralità degli imprevedibili e complessi soggetti messicani. L’autore gioca con i cliché che contraddistinguono il proprio paese e ricorda che, ad un amico che temeva di trasferirsi in Messico, Burroughs rispose: “Non ti preoccupare. I Messicani non uccidono che i loro amici” Juan Villoro è nato a Città del Messico nel 1956. Scrive soggetti per la radio e il teatro, è stato diplomatico, traduttore. Ha collaborato con importanti riviste culturali come “Vuelta”, “Nexos”, “La Jornada” e dedicato molteplici saggi ad autori latinoamericani e alla metropoli che ne è capitale. Attualmente, ogni venerdì, pubblica una rubrica sul quotidiano “Reforma”. Tra i riconoscimenti all’autore il premio di traduzione Cuauhtémoc nel 1988, il prestigioso Premio Xavier Villaurrutia nel 1999, il V Premio di Narrativa Antonin Artaud per Los culpables, nel 2008. Ricordiamo quindi i romanzi El disparo de argón (1991), Materia dispuesta (1997); le raccolte di racconti La alcoba dormida (1992), Autopista sanguijuela 1998), La casa pierde (1999).

"I colpevoli" di Juan Villoro

SECCI, MARIA CRISTINA
2009

Abstract

Los culpables, premio di Narrativa Antonin Artaud, inedito in Italia, tradotto da Maria Cristina Secci Una celebrità della canzone ranchera, un calciatore in declino, uno sceneggiatore alle prese con una tastiera senza ñ e un’iguana che si perde nei momenti critici, sono alcuni tra gli esseri che popolano i nuovi racconti di Juan Villoro. La concentrazione di umorismo e di tensione in queste pagine è altissima. Sei straordinari racconti e un romanzo breve, in cui i protagonisti sono colti all’apice dei loro conflitti personali, sia che decidano di commettere un omicidio, di tradire un amico o di girare una scena di nudo che potrebbe rovinargli la carriera. Scrittore dallo stile originale e fulminante, Villoro in questi racconti rinnova la propria prosa per poter esplorare i vari registri dell’oralità degli imprevedibili e complessi soggetti messicani. L’autore gioca con i cliché che contraddistinguono il proprio paese e ricorda che, ad un amico che temeva di trasferirsi in Messico, Burroughs rispose: “Non ti preoccupare. I Messicani non uccidono che i loro amici” Juan Villoro è nato a Città del Messico nel 1956. Scrive soggetti per la radio e il teatro, è stato diplomatico, traduttore. Ha collaborato con importanti riviste culturali come “Vuelta”, “Nexos”, “La Jornada” e dedicato molteplici saggi ad autori latinoamericani e alla metropoli che ne è capitale. Attualmente, ogni venerdì, pubblica una rubrica sul quotidiano “Reforma”. Tra i riconoscimenti all’autore il premio di traduzione Cuauhtémoc nel 1988, il prestigioso Premio Xavier Villaurrutia nel 1999, il V Premio di Narrativa Antonin Artaud per Los culpables, nel 2008. Ricordiamo quindi i romanzi El disparo de argón (1991), Materia dispuesta (1997); le raccolte di racconti La alcoba dormida (1992), Autopista sanguijuela 1998), La casa pierde (1999).
978-88-8467-531-6
Traduzione; lingua spagnola; letteratura messicana
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/123889
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact