L'a. sottopone ad esame le complesse problematiche riguardanti i rapporti prassi giudiziaria - legislatore in epoca giustinianea, ponendo in evidenza i meccanismi attraverso i quali l'interprete riesce comunque a realizzare il suo ruolo con una significativa autonomia, anche là dove sembra nascondersi sotto la maschera del più formale ed ossequioso rispetto della volontà del legislatore.

Norme imperiali e interpretazione della prassi

SITZIA, FRANCESCO
2004

Abstract

L'a. sottopone ad esame le complesse problematiche riguardanti i rapporti prassi giudiziaria - legislatore in epoca giustinianea, ponendo in evidenza i meccanismi attraverso i quali l'interprete riesce comunque a realizzare il suo ruolo con una significativa autonomia, anche là dove sembra nascondersi sotto la maschera del più formale ed ossequioso rispetto della volontà del legislatore.
88-243-1507-0
diritto giustinianeo; legislazione; prassi giudiziaria
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/16356
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact