The book outlines a semiotic theory of cultural relations and dynamics based on the ideas of translation and glocalization.

La cultura ha una doppia anima o un'anima scissa, la semiotica serve doppiamente alla vita, la vita è traduzione e il semiologo è un soggetto politico. Da questi presupposti parte un viaggio che si muove attraverso campi di vertiginosa complessità come la millenaria storia del mondo, le trasformazioni e i significati delle grandi categorie della soggettività occidentale, il rifrangersi molteplice ed esplosivo delle immagini e delle narrazioni mediali che costantemente consumiamo e produciamo, il pullulare della vita delle megalopoli contemporanee, i conflitti e i simboli che danno forma e sostanza a popoli e nazioni, le storie e le esperienze che modellano l'identità e il sentire individuale. Un viaggio che è un discorso critico che per fondarsi non risparmia se stesso e si forma, dunque, tanto nell'analisi delle culture colte nel loro contraddittorio quotidiano dinamismo quanto attraverso i tentativi di penetrare i meandri del cosmo semiotico, di creare concetti a partire dal dialogo fra i molti padri della disciplina o ritessendo i frammenti di un discorso intellettuale che da sempre coinvolge la semiotica della cultura in un denso rapporto con altri campi del sapere. Il tutto nella consapevolezza che l'esito non può che essere una rete di imperfette traduzioni in costante divenire. E che la semiotica, quando raggiunge il suo scopo, non può che mirare a trasformare le cose e, prima ancora, colui che la fa. Dando corpo così alla sua anima semiopolitica.

Imperfette traduzioni. Semiopolitica delle culture

SEDDA, FRANCESCO
2012

Abstract

La cultura ha una doppia anima o un'anima scissa, la semiotica serve doppiamente alla vita, la vita è traduzione e il semiologo è un soggetto politico. Da questi presupposti parte un viaggio che si muove attraverso campi di vertiginosa complessità come la millenaria storia del mondo, le trasformazioni e i significati delle grandi categorie della soggettività occidentale, il rifrangersi molteplice ed esplosivo delle immagini e delle narrazioni mediali che costantemente consumiamo e produciamo, il pullulare della vita delle megalopoli contemporanee, i conflitti e i simboli che danno forma e sostanza a popoli e nazioni, le storie e le esperienze che modellano l'identità e il sentire individuale. Un viaggio che è un discorso critico che per fondarsi non risparmia se stesso e si forma, dunque, tanto nell'analisi delle culture colte nel loro contraddittorio quotidiano dinamismo quanto attraverso i tentativi di penetrare i meandri del cosmo semiotico, di creare concetti a partire dal dialogo fra i molti padri della disciplina o ritessendo i frammenti di un discorso intellettuale che da sempre coinvolge la semiotica della cultura in un denso rapporto con altri campi del sapere. Il tutto nella consapevolezza che l'esito non può che essere una rete di imperfette traduzioni in costante divenire. E che la semiotica, quando raggiunge il suo scopo, non può che mirare a trasformare le cose e, prima ancora, colui che la fa. Dando corpo così alla sua anima semiopolitica.
9788861349582
The book outlines a semiotic theory of cultural relations and dynamics based on the ideas of translation and glocalization.
Semiotica; semiotica della cultura; teoria culturale; globalizzazione; glocal; traduzione; semiotics; semiotics of culture; cultural theory; globalization; translation
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Imperfette traduzioni_Semiopolitica_Culture_SEDDA.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: versione editoriale
Dimensione 1.7 MB
Formato Adobe PDF
1.7 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/170263
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact