Lettura contemporanea di Vico o lettura vichiana della contemporaneità?