Fallimento: commento all'art. 216