Ai sensi del combinato disposto degli artt. 1 e art. 6, co. 1, lett. a), del d.P.R. 22.12.1986, n. 917, il possesso di redditi fondiari costituisce uno dei presupposti dell’IRPEF. Sono redditi fondiari quelli inerenti ai terreni e ai fabbricati situati nel territorio dello Stato che sono o devono essere iscritti, con attribuzione di rendita, nel catasto dei terreni o nel catasto edilizio urbano. Essi sono distinti dal legislatore, in funzione della fisionomia del cespite di derivazione, in redditi dominicali, redditi agrari e redditi dei fabbricati. Le prime due tipologie di redditi sono inerenti ai terreni, la terza ai fabbricati. Rispetto alle altre categorie reddituali individuate dall’art. 6 cit., i redditi fondiari si distinguono in ragione delle peculiari modalità della relativa determinazione, la quale ha luogo alla stregua delle risultanze catastali e, segnatamente, delle tariffe d’estimo stabilite in conformità alla cd. legge catastale. Ne deriva che il reddito assoggettato a tassazione non è il reddito effettivamente prodotto, o comunque, ritratto dal cespite, bensì – per rifarsi alla terminologia impiegata dal legislatore – il “reddito medio ordinario”.

Redditi Fondiari

PICCIAREDDA, FRANCO
2016

Abstract

Ai sensi del combinato disposto degli artt. 1 e art. 6, co. 1, lett. a), del d.P.R. 22.12.1986, n. 917, il possesso di redditi fondiari costituisce uno dei presupposti dell’IRPEF. Sono redditi fondiari quelli inerenti ai terreni e ai fabbricati situati nel territorio dello Stato che sono o devono essere iscritti, con attribuzione di rendita, nel catasto dei terreni o nel catasto edilizio urbano. Essi sono distinti dal legislatore, in funzione della fisionomia del cespite di derivazione, in redditi dominicali, redditi agrari e redditi dei fabbricati. Le prime due tipologie di redditi sono inerenti ai terreni, la terza ai fabbricati. Rispetto alle altre categorie reddituali individuate dall’art. 6 cit., i redditi fondiari si distinguono in ragione delle peculiari modalità della relativa determinazione, la quale ha luogo alla stregua delle risultanze catastali e, segnatamente, delle tariffe d’estimo stabilite in conformità alla cd. legge catastale. Ne deriva che il reddito assoggettato a tassazione non è il reddito effettivamente prodotto, o comunque, ritratto dal cespite, bensì – per rifarsi alla terminologia impiegata dal legislatore – il “reddito medio ordinario”.
redditi fondiari
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Redditi fondiari [dir. trib.] in %22Diritto on line%22 2016.pdf

accesso aperto

Tipologia: versione editoriale
Dimensione 244.3 kB
Formato Adobe PDF
244.3 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/179089
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact