Due canzoni sul paesaggio. Frammenti di estetica implicita