Scrittori dell’Ottocento tra “nazione” e Stato: Europa, Italia e Sardegna