La trasposizione didattica trasforma i saperi delle discipline di origine, per definire i curricula delle corrispondenti discipline “scolastiche”, attraverso un processo che produce una sequenza quasi-lineare di saperi logicamente ed epistemologicamente organizzati nel testo scritto dei programmi e dei manuali scolastici. In questo articolo, dopo aver specificato alcune caratteristiche dei saperi matematici “trasformati”, riguardo a contenuti di matematica della scuola media e del biennio della scuola secondaria, identifichiamo alcuni aspetti del ruolo dell’insegnante, quale attore di tale processo.

La Trasposizione didattica della matematica: per un curriculum praticabile

POLO, MARIA
2005

Abstract

La trasposizione didattica trasforma i saperi delle discipline di origine, per definire i curricula delle corrispondenti discipline “scolastiche”, attraverso un processo che produce una sequenza quasi-lineare di saperi logicamente ed epistemologicamente organizzati nel testo scritto dei programmi e dei manuali scolastici. In questo articolo, dopo aver specificato alcune caratteristiche dei saperi matematici “trasformati”, riguardo a contenuti di matematica della scuola media e del biennio della scuola secondaria, identifichiamo alcuni aspetti del ruolo dell’insegnante, quale attore di tale processo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/18917
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact