Il 6 aprile 2009 il Comprensorio Aquilano viene attraversato da una forte onda sismica che causa enormi danni, migliaia di senza tetto e centinaia di vittime. Nelle estati del 2010 e 2011 due gruppi di venti tirocinanti, risultati vincitori di borsa di studio della Regione Toscana per laureandi in Ingegneria Civile, Edile o Edile-Architettura dell’Università di Pisa, si impegnano in attività di studio, monitoraggio e rilievo sistematico degli aggregati dell’antico centro di San Pio delle Camere (AQ). Successivamente, l’Amministrazione Comunale decide di affidare allo staff che ha diretto i tirocinanti, coordinato dal prof. Mauro Sassu, il compito di redigere il Piano di Ricostruzione del borgo. La presente monografia raccoglie il lavoro relativo a tale Piano di Ricostruzione, basato sulla minuziosa rivisitazione del centro abitato, avvenuta con rilievo dello stato di conservazione degli aggregati, delle unità strutturali, delle reti dei servizi, delle parti pubbliche e delle zone a verde, quantificando le superfici, i volumi e le estensioni delle parti oggetto di ricostruzione. L’attività di rilievo ha costituito una preziosa occasione per studiare le tecniche e le tipologie costruttive, con dettagli e tessiture murarie, e ha permesso di individuare gli invarianti da conservare per mantenere e trasmettere l’identità storica dell’abitato: i tipici archi di scarico tra gli edifici prospicienti i vicoli e i numerosi “grottoni” o “camere” che danno il nome al paese, il tessuto urbano rimasto praticamente inalterato nei secoli, distribuito per curve di livello lungo il costone roccioso, e il Castello sulla sommità dell’abitato, che connota fortemente il luogo.

Il piano di ricostruzione di San Pio delle Camere (AQ)

SASSU, MAURO;Puppio M. L.
2015

Abstract

Il 6 aprile 2009 il Comprensorio Aquilano viene attraversato da una forte onda sismica che causa enormi danni, migliaia di senza tetto e centinaia di vittime. Nelle estati del 2010 e 2011 due gruppi di venti tirocinanti, risultati vincitori di borsa di studio della Regione Toscana per laureandi in Ingegneria Civile, Edile o Edile-Architettura dell’Università di Pisa, si impegnano in attività di studio, monitoraggio e rilievo sistematico degli aggregati dell’antico centro di San Pio delle Camere (AQ). Successivamente, l’Amministrazione Comunale decide di affidare allo staff che ha diretto i tirocinanti, coordinato dal prof. Mauro Sassu, il compito di redigere il Piano di Ricostruzione del borgo. La presente monografia raccoglie il lavoro relativo a tale Piano di Ricostruzione, basato sulla minuziosa rivisitazione del centro abitato, avvenuta con rilievo dello stato di conservazione degli aggregati, delle unità strutturali, delle reti dei servizi, delle parti pubbliche e delle zone a verde, quantificando le superfici, i volumi e le estensioni delle parti oggetto di ricostruzione. L’attività di rilievo ha costituito una preziosa occasione per studiare le tecniche e le tipologie costruttive, con dettagli e tessiture murarie, e ha permesso di individuare gli invarianti da conservare per mantenere e trasmettere l’identità storica dell’abitato: i tipici archi di scarico tra gli edifici prospicienti i vicoli e i numerosi “grottoni” o “camere” che danno il nome al paese, il tessuto urbano rimasto praticamente inalterato nei secoli, distribuito per curve di livello lungo il costone roccioso, e il Castello sulla sommità dell’abitato, che connota fortemente il luogo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/189886
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact