Quale futuro per l'autonomia speciale?