Per Joachim Ritter, che al tempo della guerra fredda si interroga sull'Oriente più prossimo e la sua europeizzazione, Ankara che non seduce è in realtà una città che educa i marginalizzati della storia ad amare il presente del rivolgimento e il futuro dell'emancipazione. Per Jean-Luc Nancy, che al tempo del cosiddetto crollo delle ideologie interroga un Occidente che non vuole né può più svettare a dare la direzione, Los Angeles è la città banale ed ovvia, senza centro e senza verticale, ma proprio per questo esemplare di un nuovo tipo di convivenza.

Centri di periferia e periferie al centro. La Ankara di Joachim Ritter e la Los Angeles di Jean-Luc Nancy

BAPTIST, GABRIELLA
2010

Abstract

Per Joachim Ritter, che al tempo della guerra fredda si interroga sull'Oriente più prossimo e la sua europeizzazione, Ankara che non seduce è in realtà una città che educa i marginalizzati della storia ad amare il presente del rivolgimento e il futuro dell'emancipazione. Per Jean-Luc Nancy, che al tempo del cosiddetto crollo delle ideologie interroga un Occidente che non vuole né può più svettare a dare la direzione, Los Angeles è la città banale ed ovvia, senza centro e senza verticale, ma proprio per questo esemplare di un nuovo tipo di convivenza.
978-88-8351-139-4
Ritter J.; Nancy J.-L.; città
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/20329
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact