Il saggio prende in esame i fattori che alla fine dell’Ottocento favorirono nella città di Cagliari l’affermazione di numerose iniziative giornalistiche e soprattutto il debutto dell’“Unione Sarda”, e si interroga, nella ricorrenza dei centoventi anni dalla sua nascita, sulle ragioni storiche della sua così lunga durata. Individua quali componenti, dall’esterno e dall’interno della struttura economica e sociale della Sardegna, furono decisive per la pubblicazione di giornali, fino a consentire loro di raggiungere una popolarità del tutto inimmaginabile per una zona del territorio nazionale tanto colpita dall’analfabetismo. Infine illustra le principali personalità della cultura e della politica che svolsero un ruolo fondamentale per l’affermazione e diffusione dei giornali cagliaritani, ed in particolare del principale organo di stampa cittadino, mettendo in luce la personalità del liberale Francesco Cocco Ortu, fondatore dell’ “Unione Sarda”, espressione degli interessi commerciali e industriali urbani più influenti, non meno di quelli del mondo del piccolo impiego. E proprio al quotidiano cagliaritano l’analisi qui condotta attribuisce gran parte della fortuna politica di Cocco Ortu e la positiva ricaduta dell’approvazione della legislazione speciale per la Sardegna di cui egli fu il principale artefice nella sua qualità di Ministro di Agricoltura, industria e commercio.

Giornali e giornalisti nella Cagliari di fine Ottocento

PISANO, LAURA
2009

Abstract

Il saggio prende in esame i fattori che alla fine dell’Ottocento favorirono nella città di Cagliari l’affermazione di numerose iniziative giornalistiche e soprattutto il debutto dell’“Unione Sarda”, e si interroga, nella ricorrenza dei centoventi anni dalla sua nascita, sulle ragioni storiche della sua così lunga durata. Individua quali componenti, dall’esterno e dall’interno della struttura economica e sociale della Sardegna, furono decisive per la pubblicazione di giornali, fino a consentire loro di raggiungere una popolarità del tutto inimmaginabile per una zona del territorio nazionale tanto colpita dall’analfabetismo. Infine illustra le principali personalità della cultura e della politica che svolsero un ruolo fondamentale per l’affermazione e diffusione dei giornali cagliaritani, ed in particolare del principale organo di stampa cittadino, mettendo in luce la personalità del liberale Francesco Cocco Ortu, fondatore dell’ “Unione Sarda”, espressione degli interessi commerciali e industriali urbani più influenti, non meno di quelli del mondo del piccolo impiego. E proprio al quotidiano cagliaritano l’analisi qui condotta attribuisce gran parte della fortuna politica di Cocco Ortu e la positiva ricaduta dell’approvazione della legislazione speciale per la Sardegna di cui egli fu il principale artefice nella sua qualità di Ministro di Agricoltura, industria e commercio.
977-11-2868-501-1
Giornalismo; Sardegna; L'Unione Sarda
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/23625
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact