Giovani studiosi, spasimanti per la Bella di Cabras