La ricerca del doppio nella lingua del romanzo barocco