Due geometrie per il “Menone”