Renzo Laconi. La formazione antifascista di un "intellettuale di provincia"