Le convenzioni “costituzionali” nell’Unione europea, ovvero dell’utilità di un concetto