"La signora Bovary". Natalia Ginzburg fra traduzione e romanzo