Alcune riflessioni sull’opera di Fernando Clemente nel quadro recente della pianificazione del territorio in Sardegna