Le procedure che consentono la valutazione dell’incremento di pressione interstiziale indotto da azioni sismiche in terreni sabbiosi saturi si basano, tipicamente, sui risultati di prove cicliche di laboratorio a tensione o deformazione controllata. In tali procedure la storia di carico irregolare a cui è sottoposto in terreno in sito deve essere semplificata con una azione equivalente tale che produca, su provini di terreno sottoposti a prove cicliche di laboratorio, lo stesso incremento delle pressioni interstiziali atteso nel sito. In alternativa, nel caso di propagazione monodimensionale, è possibile utilizzare un unico parametro, detto ‘parametro di danno’, per modellare gli incrementi di pressione interstiziale misurati in laboratorio. Questo parametro consente di applicare direttamente i risultati di laboratorio per predire l’incremento di pressione interstiziale generato in sito da storie irregolari di tensione o deformazione dovute all’azione sismica. Tale procedura, per la sua semplicità di applicazione, consente di effettuare analisi della risposta dinamica di depositi sabbiosi saturi senza adottare sofisticati modelli costitutivi del terreno e pertanto si presta all’implementazione in codici di calcolo che operano nel dominio del tempo.

Un modello semplificato per la previsione dell'incremento di pressione interstiziale indotto da carichi ciclici

TROPEANO, GIUSEPPE;
2014

Abstract

Le procedure che consentono la valutazione dell’incremento di pressione interstiziale indotto da azioni sismiche in terreni sabbiosi saturi si basano, tipicamente, sui risultati di prove cicliche di laboratorio a tensione o deformazione controllata. In tali procedure la storia di carico irregolare a cui è sottoposto in terreno in sito deve essere semplificata con una azione equivalente tale che produca, su provini di terreno sottoposti a prove cicliche di laboratorio, lo stesso incremento delle pressioni interstiziali atteso nel sito. In alternativa, nel caso di propagazione monodimensionale, è possibile utilizzare un unico parametro, detto ‘parametro di danno’, per modellare gli incrementi di pressione interstiziale misurati in laboratorio. Questo parametro consente di applicare direttamente i risultati di laboratorio per predire l’incremento di pressione interstiziale generato in sito da storie irregolari di tensione o deformazione dovute all’azione sismica. Tale procedura, per la sua semplicità di applicazione, consente di effettuare analisi della risposta dinamica di depositi sabbiosi saturi senza adottare sofisticati modelli costitutivi del terreno e pertanto si presta all’implementazione in codici di calcolo che operano nel dominio del tempo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ChiaradonnaAnna_1.pdf

accesso aperto

Tipologia: versione post-print
Dimensione 398.71 kB
Formato Adobe PDF
398.71 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/116568
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact