L’incremento di pressioni interstiziali indotto da azioni sismiche in depositi sabbio-limosi determina la progressiva riduzione delle tensioni efficaci e di conseguenza della rigidezza e della resistenza dei terreni, fino a condurre alla completa liquefazione. Un metodo sviluppato per la stima di tale incremento si basa su un parametro semi-empirico, detto ‘parametro di danno’, che consente di applicare direttamente i risultati di prove cicliche di laboratorio per predire l’incremento di pressione interstiziale generato in sito dall’azione sismica. Tale procedura, implementata all’interno di un codice di calcolo non lineare, consente di effettuare analisi monodimensionali in tensioni efficaci senza adottare sofisticati modelli costitutivi del terreno. L’applicazione ad un argine danneggiato dal terremoto emiliano del 2012 ha consentito di evidenziare fenomeni di degradazione ciclica degli strati sabbiosi profondi che non sarebbe stato possibile osservare con le tradizionali analisi in tensioni totali.

Analisi dinamiche in tensioni efficaci con il codice "SCOSSA"

TROPEANO, GIUSEPPE;
2015

Abstract

L’incremento di pressioni interstiziali indotto da azioni sismiche in depositi sabbio-limosi determina la progressiva riduzione delle tensioni efficaci e di conseguenza della rigidezza e della resistenza dei terreni, fino a condurre alla completa liquefazione. Un metodo sviluppato per la stima di tale incremento si basa su un parametro semi-empirico, detto ‘parametro di danno’, che consente di applicare direttamente i risultati di prove cicliche di laboratorio per predire l’incremento di pressione interstiziale generato in sito dall’azione sismica. Tale procedura, implementata all’interno di un codice di calcolo non lineare, consente di effettuare analisi monodimensionali in tensioni efficaci senza adottare sofisticati modelli costitutivi del terreno. L’applicazione ad un argine danneggiato dal terremoto emiliano del 2012 ha consentito di evidenziare fenomeni di degradazione ciclica degli strati sabbiosi profondi che non sarebbe stato possibile osservare con le tradizionali analisi in tensioni totali.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Chiaradonna_Anna.pdf

accesso aperto

Tipologia: versione post-print
Dimensione 1.19 MB
Formato Adobe PDF
1.19 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/116574
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact