Il contributo propone una lettura diacronica delle trasformazioni del paesaggio, con particolare attenzione alle dinamiche insediative, nell’area di Molentargius a Cagliari, basata sull’analisi di serie storiche di documenti cartografici e aerofotografici. Particolare attenzione è dedicata all’area di Medau Su Cramu – Is Arenas compresa tra lo stagno di Molentargius, le Saline e lo stagno omonimo, che rappresenta un’area di notevole interesse naturalistico e paesaggistico, dovuto anche al particolare ruolo ambientale: da quello di compensazione tra acque dolci (provenienti dall’entroterra) e le acque salate (provenienti dal mare) a quello di habitat semi-naturale per raffinati esemplari di flora e fauna, frammezzato da rilevanti episodi di usi improprio come un vasto campionario di abusi edilizi. L’area oggetto di studio è inserita nell’ambito del “Parco Naturale Regionale del Molentargius – Saline” e sebbene sia sottoposta a vincoli ambientali di elevato tenore giuridico orientato alla tutela, è stata caratterizzata nel recente passato da un rilevante abusivismo edilizio che ha progressivamente alterato la natura dei luoghi, generando un marcato degrado paesaggistico ed ambientale. Lo studio che si intende fornire mediante una prospettiva geo-storica ambientale vuole contribuire al contenimento del consumo di suolo oltreché alla definizione dei margini urbani della città metropolitana di Cagliari. Per fare ciò si condurrà un'analisi dell’evoluzione del paesaggio a diverse scale geografiche e soglie temporali, utilizzando la serie storica delle carte topografiche a partire dalla metà del XIX secolo e altri documenti cartografici d’archivio.

Tra natura e artificio. Cartografia storica per lo studio delle trasformazioni del paesaggio di Molentargius

BALLETTO, GINEVRA;GARAU, CHIARA;ZAMPERLIN, PAOLA
2016

Abstract

Il contributo propone una lettura diacronica delle trasformazioni del paesaggio, con particolare attenzione alle dinamiche insediative, nell’area di Molentargius a Cagliari, basata sull’analisi di serie storiche di documenti cartografici e aerofotografici. Particolare attenzione è dedicata all’area di Medau Su Cramu – Is Arenas compresa tra lo stagno di Molentargius, le Saline e lo stagno omonimo, che rappresenta un’area di notevole interesse naturalistico e paesaggistico, dovuto anche al particolare ruolo ambientale: da quello di compensazione tra acque dolci (provenienti dall’entroterra) e le acque salate (provenienti dal mare) a quello di habitat semi-naturale per raffinati esemplari di flora e fauna, frammezzato da rilevanti episodi di usi improprio come un vasto campionario di abusi edilizi. L’area oggetto di studio è inserita nell’ambito del “Parco Naturale Regionale del Molentargius – Saline” e sebbene sia sottoposta a vincoli ambientali di elevato tenore giuridico orientato alla tutela, è stata caratterizzata nel recente passato da un rilevante abusivismo edilizio che ha progressivamente alterato la natura dei luoghi, generando un marcato degrado paesaggistico ed ambientale. Lo studio che si intende fornire mediante una prospettiva geo-storica ambientale vuole contribuire al contenimento del consumo di suolo oltreché alla definizione dei margini urbani della città metropolitana di Cagliari. Per fare ciò si condurrà un'analisi dell’evoluzione del paesaggio a diverse scale geografiche e soglie temporali, utilizzando la serie storica delle carte topografiche a partire dalla metà del XIX secolo e altri documenti cartografici d’archivio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Balletto G et al_ASITA2016.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo
Tipologia: versione editoriale
Dimensione 827.33 kB
Formato Adobe PDF
827.33 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/198414
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact