La presente ricerca consiste nell’implementazione di un protocollo diagnostico finaliz-zato a fornire dati qualitativi e quantitativi necessari per monitorare lo stato dell'edificio storico e per decidere in merito alla sua destinazione d’uso. Il protocollo diagnostico, oltre all'aspetto della ricerca bibliografica sui documenti esistenti riguardanti l'edificio, include l'uso sinergico di tecno-logie avanzate non invasive in grado di fornire dati riguardanti sia il comportamento strutturale sia la fisica dell'edificio. Tra queste tecniche ci sono la termografia a infrarossi, i test sonici/ultrasonici, i rilievi acustici, lo studio della radiazione luminosa, il monitoraggio del microclima. Il protocollo è stato quindi applicato alla Pinacoteca Nazionale di Cagliari, e alcuni risultati del caso di studio vengono presentati e discussi sia sotto l'aspetto scientifico, in termini di analisi dei parametri dia-gnostici più efficaci, sia sotto l'aspetto tecnico, in termini di selezione e uso di tecniche non inva-sive, elaborazione e interpretazione dei dati di indagine, anche in relazione al contesto operativo. Viene data particolare enfasi alla necessità di integrazione tra aspetti strutturali e fisica dell’edificio.

Un protocollo diagnostico per il monitoraggio degli edifici storici adibiti a museo: il caso della Pinacoteca Nazionale di Cagliari = A diagnostic protocol for monitoring historic buildings used as museum: the case of the Pinacoteca Nazionale of Cagliari

Costantino Carlo Mastino
;
Giovanna Concu;Roberto Baccoli;Nicoletta Trulli
2018

Abstract

La presente ricerca consiste nell’implementazione di un protocollo diagnostico finaliz-zato a fornire dati qualitativi e quantitativi necessari per monitorare lo stato dell'edificio storico e per decidere in merito alla sua destinazione d’uso. Il protocollo diagnostico, oltre all'aspetto della ricerca bibliografica sui documenti esistenti riguardanti l'edificio, include l'uso sinergico di tecno-logie avanzate non invasive in grado di fornire dati riguardanti sia il comportamento strutturale sia la fisica dell'edificio. Tra queste tecniche ci sono la termografia a infrarossi, i test sonici/ultrasonici, i rilievi acustici, lo studio della radiazione luminosa, il monitoraggio del microclima. Il protocollo è stato quindi applicato alla Pinacoteca Nazionale di Cagliari, e alcuni risultati del caso di studio vengono presentati e discussi sia sotto l'aspetto scientifico, in termini di analisi dei parametri dia-gnostici più efficaci, sia sotto l'aspetto tecnico, in termini di selezione e uso di tecniche non inva-sive, elaborazione e interpretazione dei dati di indagine, anche in relazione al contesto operativo. Viene data particolare enfasi alla necessità di integrazione tra aspetti strutturali e fisica dell’edificio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
COLLOQUIATE 2018_127_DEF.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: versione post-print
Dimensione 717.41 kB
Formato Adobe PDF
717.41 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/277216
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact