Il saggio prende in esame diverse opere di Marina Jarre che affrontano il tema dell'Olocausto e dell'appartenenza alla cultura ebraica. La scrittura, a metà fra romanzo e autobiografia, diventa quindi un laboratorio in cui la scrittrice miscela gli ingredienti della sua complessa identità evangelico- valdese e ebraico-lettone.

La nostalgia ebraica di Marina Jarre: fra autobiografia e romanzo

2008

Abstract

Il saggio prende in esame diverse opere di Marina Jarre che affrontano il tema dell'Olocausto e dell'appartenenza alla cultura ebraica. La scrittura, a metà fra romanzo e autobiografia, diventa quindi un laboratorio in cui la scrittrice miscela gli ingredienti della sua complessa identità evangelico- valdese e ebraico-lettone.
978-83-60236-33-8
Marina Jarre; autobiografia ; romanzo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/63767
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact