The decommissioning of important monumental structures at the end of the 1800s in Cagliari was an opportunity to reconsider the connections and meanings of urban forms. Compressions and openings in the space of the public city are firmly anchored to the “sentinels” of creative and innovative thinking, able to condense not only features, but also great urbanities. Among these buildings, the Buoncammino prison is part of the great theme of the reutilization of military monuments and the complicated relationship between places of imprisonment and the city, mainly related to exclusion and separation, for reasons of control and security. Project ideas develop from the careful reading of the building, its history, its layers and its values, allowing the monument itself to educate. Only in this way can the project take on new visions of the word.

La dismissione di importanti strutture monumentali di fine Ottocento a Cagliari diventa l’occasione per ripensare le relazioni e i significati delle forme urbane, le compressioni e le aperture che nello spazio della città pubblica sono saldamente ancorate alle ‘sentinelle’ del pensiero creativo e innovatore, capaci di condensare non solo funzioni, ma anche grandi urbanità. Tra queste fabbriche quella del carcere Buoncammino rimanda al grande tema della rifunzionalizzazione dei beni militari monumentali e al rapporto complicato tra i luoghi della reclusione e la città, principalmente legati all’esclusione e alla separazione, per ragioni di controllo e di sicurezza. Le idee progettuali maturano dalla lettura attenta della fabbrica, della sua storia, delle sue stratificazioni e dei suoi valori, facendosi educare dallo stesso monumento. Solo così il progetto potrà farsi carico di nuove visioni del mondo.

Architetture liberate. L’ex carcere di Buoncammino nel parco urbano storico-culturale e della conoscenza a Cagliari = Freed architectures.The ex-prison of Buoncammino in the historical, cultural and knowledge urban park of Cagliari

COCCO, GIOVANNI BATTISTA;GIANNATTASIO, CATERINA;SANNA, ANTONELLO
2015

Abstract

La dismissione di importanti strutture monumentali di fine Ottocento a Cagliari diventa l’occasione per ripensare le relazioni e i significati delle forme urbane, le compressioni e le aperture che nello spazio della città pubblica sono saldamente ancorate alle ‘sentinelle’ del pensiero creativo e innovatore, capaci di condensare non solo funzioni, ma anche grandi urbanità. Tra queste fabbriche quella del carcere Buoncammino rimanda al grande tema della rifunzionalizzazione dei beni militari monumentali e al rapporto complicato tra i luoghi della reclusione e la città, principalmente legati all’esclusione e alla separazione, per ragioni di controllo e di sicurezza. Le idee progettuali maturano dalla lettura attenta della fabbrica, della sua storia, delle sue stratificazioni e dei suoi valori, facendosi educare dallo stesso monumento. Solo così il progetto potrà farsi carico di nuove visioni del mondo.
The decommissioning of important monumental structures at the end of the 1800s in Cagliari was an opportunity to reconsider the connections and meanings of urban forms. Compressions and openings in the space of the public city are firmly anchored to the “sentinels” of creative and innovative thinking, able to condense not only features, but also great urbanities. Among these buildings, the Buoncammino prison is part of the great theme of the reutilization of military monuments and the complicated relationship between places of imprisonment and the city, mainly related to exclusion and separation, for reasons of control and security. Project ideas develop from the careful reading of the building, its history, its layers and its values, allowing the monument itself to educate. Only in this way can the project take on new visions of the word.
Urban design, Urban project, Architectural heritage
Composizione urbana, Progetto urbano, Patrimonio architettonico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ArkosMagazine1112LowCoccoGBITA.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Architetture liberate. L’ex carcere di Buoncammino nel parco urbano storico-culturale e della conoscenza a Cagliari.
Tipologia: versione editoriale
Dimensione 4.44 MB
Formato Adobe PDF
4.44 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
ArkosMagazine1112LowCoccoGBENG.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Freed Architectures. The Ex-Prison of Buoncammino in the Historical, Cultural and Knowledge Urban Park of Cagliari
Tipologia: versione editoriale
Dimensione 4.44 MB
Formato Adobe PDF
4.44 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/115918
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact