La teoria della "motivazione per il lavoro pubblico": un caso italiano