Lo scritto procede con un esame della disciplina delle parts bénéficiaires disciplinate dall'ordinamento belga, e delle posizioni al riguardo assunte da dottrina e giurisprudenza, nonché delle problematiche sollevate dalla prassi nell'utilizzo di tali strumenti ibridi, per valutare la disciplina degli strumenti finanziari previsti dall'art. 2346, ult. comma, c.c. In particolare, si evidenziano i limiti di trasparenza della disciplina italiana, specie là dove gli strumenti finanziari vengano dotati di diritti amministrativi idonei ad incidere sulla governance della società.

L'esperienza delle parts bénéficiaires belghe e gli strumenti finanziari partecipativi di cui all'art. 2346 c.c

CINCOTTI, CRISTIANO
2004

Abstract

Lo scritto procede con un esame della disciplina delle parts bénéficiaires disciplinate dall'ordinamento belga, e delle posizioni al riguardo assunte da dottrina e giurisprudenza, nonché delle problematiche sollevate dalla prassi nell'utilizzo di tali strumenti ibridi, per valutare la disciplina degli strumenti finanziari previsti dall'art. 2346, ult. comma, c.c. In particolare, si evidenziano i limiti di trasparenza della disciplina italiana, specie là dove gli strumenti finanziari vengano dotati di diritti amministrativi idonei ad incidere sulla governance della società.
parts bénéficiaires; strumenti finanziari ibridi; struttura finanziaria
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/12683
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact