Quando «la voce del cannone è una voce amica»: appunti sull’organicismo del francescano Agostino Gemelli