Un frammento marmoreo iscritto rinvenuto nel 1923 nella basilica di S Saturno viene messo in relazione con una lastra rinvenuta nel XVII secolo che, essendo andata dispersa, era rimasta ignota a Theodor Mommsen all’epoca della redazione di CIL X. Si procede quindi all’identificazione e all’esame di una “nuova” epigrafe funeraria appartenente al corpus caralitano.

Riscoperta di un’iscrizione caralitana

FLORIS, PIERGIORGIO
2004

Abstract

Un frammento marmoreo iscritto rinvenuto nel 1923 nella basilica di S Saturno viene messo in relazione con una lastra rinvenuta nel XVII secolo che, essendo andata dispersa, era rimasta ignota a Theodor Mommsen all’epoca della redazione di CIL X. Si procede quindi all’identificazione e all’esame di una “nuova” epigrafe funeraria appartenente al corpus caralitano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/12932
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact