Il mondo del lavoro ha subìto, negli ultimi decenni, radicali mutamenti che hanno determinato una ristrutturazione delle attività produttive, stimolando la domanda di professionisti caratterizzati da flessibilità cognitiva e capacità di riallineamento delle proprie competenze. In questo scenario si è reso necessario un ripensamento dei modelli di formazione dei practitioners che si fa pressante nel peculiare caso delle professioni educative, caratterizzate, più di altre, da elementi di fluidità e precarietà. Gli studi sul "modelling", come efficace strumento formativo nel processo di costruzione di un ruolo professionale, sono stati sviluppati principalmente dalla letteratura relativa alla formazione dei medici e solo marginalmente in relazione ai profili professionali in ambito educativo e formativo. L’articolo si concentra sulla funzione fondamentale che i modelli di tutorship e di ruolo svolgono nel processo di socializzazione al ruolo professionale del futuro educatore. In particolare si individua nel tutor, aziendale e accademico, la figura principale che supporta lo studente nella complessa elaborazione dei modelli di possibili ruoli interiorizzati o appresi. Il tutoring nei corsi di formazione universitari sta diventando sempre più un ruolo di supporto sia per lo sviluppo della capacità di dialogare con le conoscenze apprese attraverso l'azione sia per facilitare l'acquisizione di stili e modelli delle pratiche professionali.

La dimensione della pratica nella formazione dell'educatore: la tutorship come strumento di elaborazione del role model

BARBIERI, BARBARA;
2014

Abstract

Il mondo del lavoro ha subìto, negli ultimi decenni, radicali mutamenti che hanno determinato una ristrutturazione delle attività produttive, stimolando la domanda di professionisti caratterizzati da flessibilità cognitiva e capacità di riallineamento delle proprie competenze. In questo scenario si è reso necessario un ripensamento dei modelli di formazione dei practitioners che si fa pressante nel peculiare caso delle professioni educative, caratterizzate, più di altre, da elementi di fluidità e precarietà. Gli studi sul "modelling", come efficace strumento formativo nel processo di costruzione di un ruolo professionale, sono stati sviluppati principalmente dalla letteratura relativa alla formazione dei medici e solo marginalmente in relazione ai profili professionali in ambito educativo e formativo. L’articolo si concentra sulla funzione fondamentale che i modelli di tutorship e di ruolo svolgono nel processo di socializzazione al ruolo professionale del futuro educatore. In particolare si individua nel tutor, aziendale e accademico, la figura principale che supporta lo studente nella complessa elaborazione dei modelli di possibili ruoli interiorizzati o appresi. Il tutoring nei corsi di formazione universitari sta diventando sempre più un ruolo di supporto sia per lo sviluppo della capacità di dialogare con le conoscenze apprese attraverso l'azione sia per facilitare l'acquisizione di stili e modelli delle pratiche professionali.
Modello di ruolo; riflessività; tirocinio universitario; tutoraggio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Barbieri_Szpunar 2014.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: versione post-print
Dimensione 422.51 kB
Formato Adobe PDF
422.51 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11584/156826
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact