La novella bandelliana del "sepolto vivo" (III 1), ovvero l'importanza di essere Francesca