In ambito organizzativo il tema del contratto psicologico è da tempo oggetto di attenzione in quanto diviene importante per il benessere lavorativo capirne i contenuti soprattutto tenendo conto sia della molteplicità delle forme contrattuali vigenti, sia degli effetti individuali del mutamento complessivo delle caratteristiche della forza lavoro. Attraverso una ricerca empirica si è cercato di verificare quali fossero gli effettivi contenuti dei contratti psicologici esistenti nella mente dei lavoratori. Per la ricerca è stata utilizzata la versione tradotta del Psychological Contract Inventory (Rousseau, 2000) composta da 74 item per i quali viene utilizzata una scala Likert a 5 punti. Il campione era composto da190 soggetti operanti in Rsa. I risultati preliminari mettono in evidenza una relazione tra la dimensione coinvolgimento/sostegno e le tipologie contrattuali tempo determinato e tempo indeterminato. Nello specifico è emerso che coloro che appartengono alla seconda categoria dimostrano minore coinvolgimento nell’organizzazione rispetto a coloro che sono assunti a tempo determinato. Questi ultimi mostrano, di contro, valori decisamente inferiori per quanto attiene la dimensione appartenenza. I risultati esposti suggerirebbero che mentre i lavoratori a tempo determinato aspirano ad un maggiore coinvolgimento, ossia avere opportunità di crescita e più sicurezza, i lavoratori a tempo indeterminato percepiscono in modo più netto il proprio senso di appartenenza e enfatizzano meno il grado di coinvolgimento.

IL CONTRATTO PSICOLOGICO NELLE ORGANIZZAZIONI

MONDO, MARINA;
2006

Abstract

In ambito organizzativo il tema del contratto psicologico è da tempo oggetto di attenzione in quanto diviene importante per il benessere lavorativo capirne i contenuti soprattutto tenendo conto sia della molteplicità delle forme contrattuali vigenti, sia degli effetti individuali del mutamento complessivo delle caratteristiche della forza lavoro. Attraverso una ricerca empirica si è cercato di verificare quali fossero gli effettivi contenuti dei contratti psicologici esistenti nella mente dei lavoratori. Per la ricerca è stata utilizzata la versione tradotta del Psychological Contract Inventory (Rousseau, 2000) composta da 74 item per i quali viene utilizzata una scala Likert a 5 punti. Il campione era composto da190 soggetti operanti in Rsa. I risultati preliminari mettono in evidenza una relazione tra la dimensione coinvolgimento/sostegno e le tipologie contrattuali tempo determinato e tempo indeterminato. Nello specifico è emerso che coloro che appartengono alla seconda categoria dimostrano minore coinvolgimento nell’organizzazione rispetto a coloro che sono assunti a tempo determinato. Questi ultimi mostrano, di contro, valori decisamente inferiori per quanto attiene la dimensione appartenenza. I risultati esposti suggerirebbero che mentre i lavoratori a tempo determinato aspirano ad un maggiore coinvolgimento, ossia avere opportunità di crescita e più sicurezza, i lavoratori a tempo indeterminato percepiscono in modo più netto il proprio senso di appartenenza e enfatizzano meno il grado di coinvolgimento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/23887
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact