L'articolo ripercorre la storia delle letture vichiane a partire dalla monografia di Benedetto del 1911, mostrando come queste si siano venute a determinare attraverso un costante intreccio di riflessioni intellettuali e polemiche filosofico-sociali. In tal senso l'articolo evidenzia come il dibattito fra neo-idealisti ed esponenti della neoscolastica abbia contribuito ad indirizzare, almeno fino al termine della seconda guerra mondiale, la stessa impostazione critica degli autori, talvolta forzandone le scelte filologiche ed interpretative.

Benedetto Croce. Percorsi vichiani

CERCHIAI, GERI FRANCO
2004

Abstract

L'articolo ripercorre la storia delle letture vichiane a partire dalla monografia di Benedetto del 1911, mostrando come queste si siano venute a determinare attraverso un costante intreccio di riflessioni intellettuali e polemiche filosofico-sociali. In tal senso l'articolo evidenzia come il dibattito fra neo-idealisti ed esponenti della neoscolastica abbia contribuito ad indirizzare, almeno fino al termine della seconda guerra mondiale, la stessa impostazione critica degli autori, talvolta forzandone le scelte filologiche ed interpretative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11584/82516
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact