All'origine del dibattito romantico: sapienza e retorica dei "Manifesti"