Una meditazione sulla memoria: La morte rouge di Erice